sabato 13 marzo 2010

Posizionamento strategico

Si parla tanto di SEO di posizionamento, di argomenti.

poi la terza chiave di ricerca di arrivo su questo blog è:

coglioni in azienda





8 commenti:

Anonimo ha detto...

Se l´azienda ha dipendenti "coglioni," cosa si deve pensare di chi li ha assunti?

Marketing Park ha detto...

Nel 2000, quando nelle aziende non c'era molta cultura sui meccanismi del Web, una agenzia spillava 2 milioni di lire l'anno alla società presso la quale lavoravo (da poco) al fine di registrare i domini nei motori di ricerca. Con pochi clic, operando su di un dominio appena acquistato, dimostrai all'A.D. che era possibile figurare in Virgilio (allora molto in voga) o su Altavista praticamente gratis. Inutile aggiungere che quella agenzia da noi non ebbe più contratti.

Titti Zingone

Anonimo ha detto...

Ho guardato il sito Marketing Park.

Non mi pare immediatamente chiaro quale sia lo scopo del sito. E non mi é chiaro nemmeno perché dovrei cercare di scoprirlo.

Titoli e frasi evidenziati sono vaghi: Una piccola grande rivoluzione. L´ispirazione. Giornalisti e bon ton... Tra l´onirico e il soporifero.

Magari gli argomenti a qualcuno interessano. Ma lo scopre dopo aver letto tutto. E a chi viene voglia di leggersi tutto, senza nemmeno sapere se gli interessa? A me no. È anche lungo!

Per un sito di marketing, non mi sembra promettente. Quali prodotti si riuscirebbero a vendere con questa tecnica??

Marketing Park ha detto...

Boh, Anonimo...
Evidentemente col mio commento ho toccato qualche mal celato interesse.
Il mio è un blog, non vendo niente, non ho la pretesa di essere interessante nè di piacere a tutti. Nella blogosfera di roba senza capo nè coda ce n'è tanta, se le cose che scrivo (opinioni eh, mica trattati scientifici) non le trovi comprensibili, vuol dire che sono nella media. Almeno io però ci metto la faccia.

TZ

Baldo ha detto...

Lamentati... la mia quinta è "logo carpa"... :)

Anonimo ha detto...

TZ

Se guardi nella pagina corrente di MP, solo un post ha dei commenti. Sette in tutto. Metá sono tuoi. Gli altri sono di un solo lettore--che non é d´accordo con te e ti dice che quello che scrivi é vago.

E non ero io.

Invece di stizzirti, perché non guardi i risultati.

Non ho detto che le tue idee non le capisco. Nemmeno che non le condivido. Ho detto che non le ho lette. E non le ho lette perché la presentazione non mi invoglia a leggerle. Dai risultati, mi pare che non sono il solo a pensarla così.

Il punto é: perché non provi a cambiare l´impostazione del messaggio?

Ad esempio, un titolo che indica l´argomento trattato e incuriosisce dovrebbe attirare piú lettori, no?

Anche se non vendi niente, proprio perché ci metti la faccia, dovrebbe premerti mostrare al meglio le tue competenze di marketing.

Se fossi in te, rifletterei sui fatti e cercherei un´opportunitá di migliorare, invece di andare sulle difensive. Non c´era davvero nessuna intenzione di rovinarti la giornata.

Good luck!

Marketing Park ha detto...

@ Anonimo (o Anonima), su, lasciati giudicare pure tu, vieni fuori, facci valutare le tue composizioni invece di passare sotto la lente solo la roba altrui. Pari opportunità per tutti. Non sarebbe più leale?

Anonimo ha detto...

TZ

Ma rilassati che nessuno ce l´ha con te.