lunedì 23 luglio 2007

Futuro

Un paese dove il problema nazionale sono le pensioni e non la creazione di opportunità per i giovani che futuro volete che abbia?

6 commenti:

Suarez ha detto...

Un condivisibile (almeno per me) punto di vista sulla recente "tragedia" italiana delle pensioni
http://leonardo.blogspot.com/2007/07/vizi-italiani-3-siam-vecchi-ma-mica.html

prime ha detto...

Futuro ... qui non c'è neppure il Presente, pensa il Futuro ...

:-S

Enrica Orecchia ha detto...

avevo espresso un concetto simile in un mio commento al post
http://egometria.wordpress.com/2007/06/26/turco-lavorare-piu-a-lungo-fa-bene/#more-284

Approfitto per ribadire in particolare che secondo me sottolineare allo spasmo lo scontro generazionale è controproducente. Infatti inquadra la situazione in un'ottica di scarsità di risorse (meno per i giovani e più per gli anziani o viceversa). Invece il problema è risolvibile solo con lo sviluppo economico del paese, in modo che le accresciute risorse bastino per tutti.

VaCCi ha detto...

Chi ha un minimo di aspirazione professionale e ambizione nella mia università sta guardando fuori dal confine...

Omar ha detto...

Non ho idea di quale futuro mi si prospetta, nel frattempo stringo le chiappe e tiro, forte, il mio carretto perchè come diceva la bisnonna, buonanima, chi dal lotto (stato) aspetta soccorso fà il pelo lungo come l'orso.

Saluti

L'imprenditore ha detto...

@ prime
Il presente in queste cose non esiste.
E' solo conseguenza del passato.
Per questo è necessario pensare al futuro.

@ Vacci
questo è il problema più grande che vedo

@ omar
lo faccio anch'io, ma fanno passare la voglia