giovedì 24 agosto 2006

Regolarizzare il lavoro

Finirà che cavalcando la gioiosa macchina da guerra comunista contro i padroni si cercherà di regolarizzare (vedi sotto) i lavori atipici.
Io che sono un lavoratore atipico (amministratore, mi rinnovano il contratto ogni 3 anni se faccio bene) costerò enormemente di più all'azienda.
Aumenteranno a dismisura i costi degli interinali (che già con l'intermediazione della agenzia costano il 20/25% in più).
Che tutti i lavoratori dei call center dovranno essere assunti a tempo indeterminato.

Quindi:
io costerò enormemente di più all'azienda o troverò altri modi per prendere il mio stipendio.
Avendo un lavoro stagionale invece di assumere 12 persone come in questo momento con l'interinale per 4/6 mesi cominceremo a pensare con orrore (vorrei fare lavorare gli italiani) a delocalizzare la produzione non nei paesi a basso costo ma nel principale mercato di destinazione che è nella UE e che offre maggiore flessibilità. Competendo sul mercato internazionale non possiamo buttare via i soldi solo perchè c'è un ministro ideologicamente contro l'impresa.
Anzi a quel punto potrebbe valere la pena di trasferire molto di più che la singola linea, visto che ci sono posti a tassazione più bassa e che noi di tasse per fortuna ne paghiamo tante.
Atesia & co chiuderanno i call center in Italia e li apriranno in Romania o altri posti.

Cosa vi aspettavate da questo governo? E mi fa piacere che Tripi, padrone di Atesia è un sostenitore (e finanziatore? vedi pag 34) dell'Ulivo!

2 commenti:

Zener1992 ha detto...

Le risposte in parte le ha date il Sig. Zappacosta, fondatore di Logitech.
e' stata una risposta dei fatti: lui la Logitech è andato a fondarla negli USA dove la realtà di impresa, come dice il Sole, è una realtà da tutelare ed incentivare per la sua rilevanza sociale.
In Italia l'impresa, sempre condividendo le parole del SOLE, è vista come una realtà da imbrigliare ed, aggiungo io, da mungere ai massimi termini.
Il Ministro Damiano è una conferma di quanto sopra.
Ma da uno che di lavoro non ha mai vissuto cosa si può pretendere?
Al massimo uno così diventa ministro.
Basta pensare anche ad altri ministri come la Bindi che come hai detto la famiglia l'ha studiata sui libri, cosa è diventata... un volta MAI DIRE GOL diceva, scherzando sul parlamento "dov'è l'intelligente?": un gioco di un'incredibile attualità.
Di sicuro di intelligenti pochi ma pretesi furbetti tanti.

LL ha detto...

tu ke proporresti di fare?

LL