mercoledì 2 agosto 2006

Sindrome di Penelope

Per forza questo paese non funziona, i politici, incapaci di capire come funziona il maggioritario e l'alternanza, hanno la sindrome di Penelope.
Disfare quello fatto dal governo prima e fare qualcosa.

ANSA.it - Pensioni:Damiano, no controriforma: "il precedente governo ha portato una modifica strutturale al vecchio impianto: si tratta di vedere come rientrare nel vecchio solco"

Le pensioni sono un problema, non in Italia, in tutta Europa (e in USA per altri motivi).
Chi fa l'impiegato in comune, ad occhio lavoro poco usurante, se ne può andare in pensione intorno ai 55/60 anni.
La cosa ridicola è che magari spesso in comune ci torna come consigliere comunale, a dimostrazione che non è uno stanco vecchio incapace di andare avanti a lavorare.
E vale anche per chi lavora nel privato, intendiamoci (ma spesso lì la gente si ferma di più). Anzi spesso lì rientra come "consulente".

Ed è vero che ha pagato i contributi, ma tutti dimenticano che i contributi servono per pagare le pensioni e non vengono accumulati per fornire una rivalutazione che poi serva a costituire il capitale che mano a mano serve a pagare la pensione (e contemporanemanete continua a rivalutarsi) come funziona un fondo pensione privato.

Quindi alla fine molte pensioni vengono pagate dai contributi e dalla fiscalità generale a gente che potrebbe benissimo andare avanti a lavorare.
Ma sinceramente, a voi, un uomo intorno ai 55 anni oggi sembra uno da mandare in pensione?
Briatore ha 56 anni, Jean Todt ha 60 anni, Montezemolo 59.
A mio parere tranne alcuni casi limite sotto i 65 anni la gente in pensione semplicemente non ci dovrebbe andare e basta.

PS il fatto che possano non essere simpatici e li si voglia far fuori i tre lì sopra non vuol dire che siano da mandare in pensione.

2 commenti:

Marco ha detto...

verissimo quel che dici.
ad adjuvandum, quelli che non rientrano nelle grandi aziende come consulenti, e sono la maggior parte, si trovano un lavoretto in nero magari artigianale, dall'elettricista all'imbianchino passando per la manutenzione del verde.

black is beautiful.

Laureato91 ha detto...

Consideriamo che, solo per aver dato la notizia relativa alla revisione dei coefficienti di trasformazione unitamente a qualche anticipazione, un anonimo commentatore ha messo in dubbio me, la mia preparazione ed i miei titoli di studio (e meno male che non è andato sulle offese personali! :-) ).
Purtroppo è inevitabile: ogni volta che si parla di certi argomenti, si vanno a toccare nervi scoperti. E purtroppo, mai come in questo caso avere un quadro completo della situazione richiede non poca applicazione, quanto meno in termini di tempo.
Laureato91