domenica 5 agosto 2007

Preoccupante

Sarà l'estate, negli ultimi giorni ho incontrato almeno tre persone che fanno gli imprenditori e che vogliono chiudere l'attività. In qualche caso per scappare da questo paese e fuggire all'estero.
Alcuni altri mi hanno scritto attraverso questo blog per parlarmi della situazione lavorativa difficile causa studi di settore ecc.

Trovo la cosa oltremodo preoccupante.
Mi pare che il risultato che la mentalità anti imprenditoriale di chi ci sta governando in questo momento, unita ai precedenti, stia cominciando a fiaccare una serie di persone.
L'artigiano che chiude ha un basso impatto, magari era anche solo, ma è una potenziale piccola o media azienda che non avremo.
I giovani che cominciano a credere che in questo paese non sia possibile fare impresa sono una pessima opzione per il nostro futuro.
Gli imprenditori che pensano di chiudere certamente non faranno investimenti nel prossimo periodo (ammesso e non concesso che poi non chiudano davvero).

Queste cose mi colpiscono particolarmente perché non vi nascondo che anche in me sta maturando pericolosamente la voglia di andarsene.
Se fossi un giovane, non avessi famiglia e azienda, quasi sicuramente me ne andrei.
Da imprenditore sto invece seriamente pensando di spostare nei prossimi anni in altri paesi il baricentro dei miei interessi. Essendo un'azienda che opera sul mercato globale abbiamo nazioni dove fatturiamo più che in Italia, e dove probabilmente sarebbe possibile "rifare" l'azienda.
Mi sto seriamente chiedendo che senso ha stare qui.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Purtroppo la situazione e' critica per chi vuole fare impresa. Basta solo organizzarsi, i mezzi ci sono.....ancora di piu' se si lavora molto con l'estero.

gian ha detto...

hai virtualmente incontrato il quarto!

Riccardo ha detto...

il quinto

prime ha detto...

Ecco i sesti, settimi, ottavi e noni caro amico ...

... stiamo già considerando l'ipotesi, come dice zener, di spostarci in UK dove tutto è migliore e funziona con maggior senno e senso ...

... questo almeno a livello di fiscalità legata all'imprenditore che fa impresa ...

pollodimare ha detto...

Penso che questo tuo amaro sfogo meriti una risposta meditata (noto che l'agosto ti ispira temi molto profondi, complimenti).
A me pare si ricolleghi al tuo post "Degno di Mario Merola" che concludevi dicendo: ma io scappo da questo paese se questo è il livello. Ecco qui sta il punto, lo schifo morale si somma ormai all'insofferenza di chi opera nel mercato e deve combattere quotidianamente una guerra perduta.
Quando il livore anti impresa, anti libera iniziativa, anti meritocrazia raggiunge il livello che constatiamo, la ciliegina della Casta (il libro ha superato le 800.000 copie !!) può agire da detonatore. Da vecchio liberale e uomo d'ordine devo purtroppo auspicarlo; non vedo altre soluzioni. Anche se in cuor mio temo ciò che potrebbe accadere.

Anonimo ha detto...

Actarus74

Lavoro in UK proprio come consulente per corporates :-)

Marco ha detto...

il mio motto da dieci anni è vedi il canada e poi muori, d'invidia.
poi interviene il lato sentimentale, il non voler lasciare i propri "vecchi" da soli, l'orgoglio di volercela fare a dispetto delle greppie, ecc.
ma ti assicuro che il pensiero di chiudere la baracca e portare gli impianti altrove o semplicemente ricominciare una vita altrove è una prospettiva ben chiara da illo tempore e dieci anni fa non si stava così male come oggi.
peraltro in canada ho parenti che un'attività imprenditoriale e di buon successo l'hanno fatta nascere da zero da diversi anni. insomma, la cartolina me la sono spedita molto tempo fa. qui mi stanno pesantemente strofinando gli acciarini e dato il mio pessimo carattere basta la scintilla giusta.
l'italia da turista resta sempre bellissima.

Il bottegaio ha detto...

Nonononono........va bene scherzare, ma porca miseria, se mi pestano i piedi i NON MI SPOSTO.Al massimo gli do anchio un bel pestone, o meglio gli rido in faccia.
Dovrei abbandonare tutto quello che ho costruito versandoci sangue per una banda di burocrati/falliti che alla fine della loro vita non avranno avuto di sicuro stress ma neanche avranno contribuito a qualcosa di buono per questo mondo?

Ps imprenditore, grazie per il suggerimento di lettura "Volevo solo vendere la pizza"....e' stata una lettura mooolto istruttiva.......


Luigi

prime ha detto...

@pollodimare
Tema: La Casta.
Ti vorremmo segnalare un link ad un nostro articolo sul blog di pochi giorni fa ...

La Casta

Anonimo ha detto...

Io son tra quei matti che han tentato il sogno americano di avviare un'attività in un garage. Mi considero bravo perché non ho violato alcuna legge, non ho evaso nulla e chiuderò il tentativo in teorico pareggio: metà di quello che ho fatturato è finito in tasse, metà in spese e visto che vivo d'aria e il tempo non è denaro va bene così. Dopo l'estate inizio lo stesso lavoro da precario in un'azienda e con un po' di fortuna in un paio d'anni potrò permettermi il mutuo che con l'attività autonoma mi potrei solo sognare. Più che un vinto, sono un sopravvissuto.

Anonimo ha detto...

ANCHE IO PENSO DI CHIUDERE L'AZIENDA, MI DISPIACEREBBE SOLO PER I MIEI COLLOBORATORI CHE CON ME HANNO SCOMMESSO SU UNA NUOVA ATTIVITA'.
SCRIVO DA SIRACUSA , ESTREMO SUD , DOVE CI SONO PROBLEMI ;
BANCHE , CHE NON TI CONCEDONO FIDI ANCHE SE SUPER GARANTITI,
CON LA BUROCRAZIA , 4 ANNI PER PASSARE UN AMPLIAMENTO ,MI MANCAVA IL SANTO PROTETTORE ;
CON LA GIUSTIZIA DOPO UN TENTATIVO DI ESTORSIONE AVENDO FATTO LA DENUNZIA ,VOLEVANO LA COPIA DELLA CARTA D'IDENTITA ,DELL'ESTORTORE , PERCHE NON BASTAVA IL N° DI TELEFONO E LA TARGA DEL MEZZO ,E LA REGISTRAZIONE DELLE TELECAMERE ,DOVE SI VEDEVA IL VISO HO RIFIUTATO E SUBITO DOPO MI HANNO RIPULITO IL CAPANNONE;
CON QUESTO GOVERNO PERCHE NELLA FINANZIARIA 2007 AVEVA INSERITO UN CREDITO D'IMPOSTA PER NUOVO INVESTIMENTI E NON LO ATTUATO ,
IO PER ACCELLERARE I TEMPI E PER LA PRIMA VOLTA USUFRUIRE DI INCENTIVI HO ACCESO UN LEASENG PER UN MILIONE DI € , E ADESSO MI RITROVO CON UNA RATA MOLTIPLICATA ,CON INPEGNI CHE SENZA INCENTIVI NON AVREI MAI FATTO .
INOLTRE PERCHE NON COMPATTONO TUTTI QUELLI CHE FANNO I DOPPI LAVORI,SOCIETA COME LA MIA CHE FA SERVIZI SI RITROVA A CONCORENZIARE CON PERSONAGGI CHE NON DICHIARANO NIENTE , NON HANNO NESSUNA SPESA E MI COSTRINGONO AD AVERE UNA CHIUSURA ORARIA DI € 20/00 ORA CONTRO LE € 40/00 IN UNA NORMALE CONDIZIONE DI MERCATO.
NON SO SE ENTRO L'ANNO CHIUDERO O DARO TUTTO IN AFFITTO,
ORMAI NON RIESCO HA PAGARE GLI STIPENDI .
MI CHIEDO MA ALLO STATO INTERESSA AVERE LEGALITA E SICUREZZA.
SONO CACATE TUTTE LE BATTAGLIE CONTRO I LAVAVETRI .
PER ANDARE AVANTI SPERANDO IN UN FUTURO MIGLIORE HO VENDUTO TUTTO IL VENDIBILE, DA PIRLA, CIO CHE HANNO FATTO I MIEI AVI LO STO "BRUCIANDO" DA QUANDO C'E GUESTO GOVERNO.