venerdì 23 maggio 2008

Banche e mutui



Per una volta sono in disaccordo con Steve.

Non ho notizie, non ho approfondito la questione ma queste sono le mie sensazioni.

Se devo dire la mia scemata l'impressione è che le banche avessero enormi problemi con i mutui, se la gente non è in grado di rimborsare il problema coi mutui al 110% diventa della banca, e quindi abbiano trovato un accordo con Tremonti.

Il governo fa bella figura permettendo di portare le rate a un livello compatibile con le esigenze delle persone, le banche possono rinegoziare dicendo che lo fanno perché il governo le ha "forzate" e non perché altrimenti saltava il tutto.
Gli interessi se li portano a casa lo stesso e, anzi, con l'allungamento la gente sarà legata a quella banca per ancora più tempo

3 commenti:

riflessioni ha detto...

concordo...
di primo acchito ero scandalizzato per la distorsione del mercato.
in realtà era una strategia che già alcune banche in ordine sparso attuavano (per gli interessi che hai segnalato).

il governo ha riportato un successo di immagine a costo zero.

ottimo mktg.

flessibilieprecari ha detto...

Non fa una piega.

:-)

L'imprenditore ha detto...

Che poi il tutto vada a favore anche di chi non ce la faceva più con le rate mi trova d'accordo e favorevole (che magari non si capisce).

Ma da questo a farlo passare come un "favore" delle banche...