lunedì 15 settembre 2008

Capitale di rischio

Per chi fa il mio mestiere è abbastanza scontato.
Molti investitori invece purtroppo si illudono o pensano che investire in capitale di rischio, quali sono le quote di società, comperate attraverso la borsa o direttamente sia indolore.

Si chiama capitale di rischio perché il rischio è di perderlo tutto.

Quindi inutile fare i furbi e gli speculatori (come quelli che han fatto trading sulla morente Alitalia) e poi gridare allo scandalo e alla protezione dei "poveri investitori".

Adesso la valanga bancaria va avanti. E non tutte potranno essere salvate.

Usciranno gli sciacalli a mangiarsi i resti, come sempre capita, non temete.

Ma ricordate si chiama capitale di rischio.
Ed è il motivo per il quale (se va bene) io guadagno molto di più dei miei collaboratori.
Perché io rischio tutto.

1 commento:

riflessioni ha detto...

il problema è un problema di trasparenza..

ci sono scommesse, ci sono affari buoni e cattivi, ma non si può pensare a riduzioni del 40% e successivo fallimento nel giro di 2 giorni... qui è il sistema che va risistemato....

il rischio va bene, ma qui sembra di dare dei soldi al gatto e alla volpe