venerdì 19 settembre 2008

Doti dei manager

Più megamanager e dirigenti conosco, provenienti da grandi aziende, anche di successo e più mi convinco che non farei mai carriera.

Dalla mia esperienza comincio a pensare che leccaculismo e serpentaggine siano doti più sviluppate e necessarie che non le capacità di lavoro.

Che per la maggior parte più che "fare team" l'obiettivo è "fare gruppo" con il fine di crearsi il proprio gruppetto di portaborse ed emissari che permettano di tenere sotto controllo il tutto.

E mi sento sempre più una mosca bianca.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Incredibile con le tempeste sui mercati finanziari Fineco Bank ha il coraggio di piazzare titoli Goldman Sachs.
Chi è correntista della banca acceda al suo conto il tutto campeggia in bella vista.
Mi sono stampato la pagina, allora la crisi è solo all'inizio e come solito cercano di scaricarla sui poveri Clienti.

Jakala ha detto...

In aziende di una certa complessita' ad alti livelli contano solo le relazioni personali, riproducendo in piccolo le dinamiche della politica.

rino ha detto...

Diciamo che di efficienza e professionalità non gliene frega niente a nessuno. Devi solo agganciarti ad un gruppo di potere.