mercoledì 17 ottobre 2007

Biciclette

Ma secondo il codice della strada si può attraversare in bicicletta sulle strisce pedonali?
E' pericolosissimo, visto che arrivano a velocità ben superiori a quelle dei pedoni e anche volendo (lo faccio sempre) si fa fatica a fermarsi. Spesso te li trovi davanti all'improvviso.

Secondo me non possono.
Lasciamo poi perdere i ciclisti che "tanto è una bici" passano col rosso, vanno in mezzo alla strada, vanno di notte sulle statali senza luci ecc. ecc.

9 commenti:

Il Gatto Nero ha detto...

NO ASSOLUTAMENTE NO!!!
I ciclisti in bicicletta non possono attraversare sulle striscie pedonali se non affianco alla bici ovviamente a piedi.
è il codice della strada che lo dice anzi c'è una contravvenzione di circa 36 € (da verificare)
ne segue che si possono prendere di mira e farne tiro a segno (ehe io ci provo sempre con un grosso suv e li spavento a morte ehe)

Il Gatto Nero ha detto...

facendo il serio
sono così informato perchè in famiglia c'è stata la vittima:
la nonna ha attraversato in bici sulle striscie è stata investita ed ha avuto torto e anche qualche giorno di ospedale ...

Anonimo ha detto...

non è il posto giusto e forse lo cancellerete però penso ne valga la pena.

Sul link dei city angel di roma
http://www.cityangelsroma.it/index.php?pagina=sostienici

si può fare un piccolo regalo per una donna di 53 anni che sta per avere un bambino e vive per strada.

A questo link è possibile leggere la sua storia.
http://www.acmedelpensiero.blogspot.com/
Grazie

Pier Luca ha detto...

Da quando vivo a Ferrara alle volte vorrei comprarmi un Hummer e schiacciarli tutti......ne fanno di ogni coleore i ciclisti.
Un abbraccio.
Pier Luca Santoro

Blue ha detto...

La questione non è così semplice. Alle rotonde, per esempio, le strisce pedonali sono affiancate da quelle strisce dedicate alle biciclette. Non è chiarito però se la bicicletta abbia o meno la precedenza. Forse il codice della strada nemmeno contempla la circostanza.
Certo se tutti andassero in bicicletta, se i mezzi pubblici fossero efficienti come in Svizzera, se le automobili non potessero circolare, se le città fossero liberate dal sequestro delle quattro ruote, il problema non si porrebbe.

rino ha detto...

Chissà perché riusciamo a trasformare le cose positive in negative, anche una innocua bicicletta diventa selvaggia. Se fosse organizzato come a Groningen non sarebbe male.

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E1074967,00.html

L'imprenditore ha detto...

Sia chiaro che non è che ce l'abbia con i ciclisti, anzi sostengo che nelle piccole città sarebbe più sano usare la bici, le distanze sono ridicole.

Ma mi è capitato due o tre volte ultimamente di rischiare di prendere sotto dei ciclisti perché arrivavano a manetta e passavano sulle strisce (senza opzione pista ciclabile, naturalmente, altrimenti sarebbe normale).

prime ha detto...

Andiamo anche oltre: i ciclisti non potrebbero circolare con le macchine in strada, per quel che sembra. Questo perchè, tra le altre cose, non sono dotati di segnale di riconoscimento e quindi non sembrano poter essere facilmente multati.
Per le biciclette esistono le piste ciclabili, in particolare nelle grandi città. I ciclisti che usino, o altrimenti corrano i loro rischi noi crediamo ... oggettivamente i ciclisti sono anche + indisciplinati per strada dei guidatori dei motorini - e diciamo tutto ...

e-steban ha detto...

Buondì,
comunque una persona è indisciplinata, per non dire di peggio, a prescindere dal mezzo che usa.
Il recente fatto di cronaca del bambino ucciso sulla pista ciclabile a Bormio penso che sia ancora nella memoria di tutti noi.
Che ne pensa Sig. "Prime"?

e-steban