mercoledì 11 marzo 2009

Chiù pilu per tutti

Certo che chiedere alla gente se vuole una addizionale sui "ricchi" è come quando alla assemblea condominiale chiesero se volevano (in deroga al regolamento) che un paio di persone con molti millesimi dividessero le spese non di loro competenza. Tutti risposero si.

Il giorno in cui la sinistra capirà che più si aumentano tassazione, soglie & co più si disincentiva il lavoro e incentiva l'evasione sarà sempre troppo tardi.

Così chi paga le tasse ne paga di più e si sente più pirla, chi le evade gode anche dei benefici.
Franceschini, và a tanare va, che mi sembri più populista del Berluska.

E magari qualcuno si rompe le palle di farsi un culo così in un paese di merda e alla prima offerta decente vende l'azienda o se fa il dirigente se ne va in altri paesi,. E gli altri si arrangino (sapeste quanta gente ormai comincia a pensarla così!)
Anche perché nella nostra tassazione nulla è più consolidato delle tasse straordinarie.

Sinceramente, ma lo dico davvero, preferirei mi dicessero "scegli un povero vero e dagli 4000 euro". visto che denuncio sui 200.000 euro (lordi) l'anno e per la cronaca ho pagato circa 90.000 euro di tasse come ritenuta alla fonte da cud (di solito me ne arrivano altri 6/7000 nel corso dell'anno) poi pagherò le altre bolli, tarsu, ici, possesso TV ecc ecc

7 commenti:

Woman ha detto...

Vero... la voglia di "far su' le canne" cresce sempre piu'...

Doktorfranz ha detto...

Il giorno in cui la sinistra capirà che è controproducente aumentare tassazione, soglie & co ...... non sarà più la sinistra. Almeno quella che conosciamo e che si rifugia nel "tax & spend" come panacea, quella che risolve ogni problema aumentando il prelievo dalle tasche dei cittadini, ufficialmente allo scopo di migliorare le condizioni di vita delle persone disagiate ma, in realtà, per foraggiare un apparato pubblico inefficiente e sprecone e gratificare le proprie posizioni di potere ed i propri amici.
Del resto, l'imprinting rimane quello - presuntuosamente ignorante delle più banali basi economiche - ben esemplificato dal manifesto rifondarolo "anche i ricchi piangano".

Purtroppo, nemmeno dall'altra parte si ha il coraggio politico di reperire risorse nell'unico modo coerente con la situazione, intervenendo sul bubbone spesa pubblica - semplicemente fuori controllo ed imparagonabile a quella degli altri Paesi - e si tenta di curare la malattia con cerottini balsamici, per non perdere consenso, spacciando tale azione per geniale terapia.

Mala tempora currunt .....

Francesca Urbinati ha detto...

Salve a tutti,

Penso che, al di là della proposta in sè, Franceschini abbia toccato un tasto importante: anche i nababbi e gli intoccabili devono fare sacrifici, non solo la classe lavoratrice e medio-imprenditrice.

Questo a mio parere è un ottimo segnale, che se venisse recepito (magari non con la proposta così com'è, ma comunque attuato in modo concreto) contribuirebbe a cambiare la mentalità di sprechi e magna-magna che ha portato l'Italia alla condizione in cui è oggi.

L'imprenditore ha detto...

@francesca
mi spiace, non sono d'accordo.
La proposta è populista. non tocca i "nababbi" che le tasse se le pagano le pagano in Lussemburgo o Olanda ecc.

Ai nababbi i sacrifici veri glieli han fatti fare Madoff e la borsa.
Altro che 2%

Chi pensi che abbia perso i 50 miliardi di Madoff? Gente come me?
Io non ho accesso a certe gestioni, dove si parte da qualche milione in su.

A volte il mercato è più "giusto" di quanto si pensi.
I contadini africani di quote di banche non ne avevano, tranquilla.

Il problema semmai è che il terremoto adesso lascia senza lavoro tanti poveri cristi (e molti miei colleghi).
Astenersi "che intanto gli imprenditori falliscono pieni di soldi" che non è la regola di quelli onesti.

Anonimo ha detto...

Ma perchè Franceschini & co non cominciano in casa loro e basta?

Invece che aumentare le tasse per redditi da un tot in su, perchè non tagliano gli emolumenti dei manager pubblici, dei politici, degli amministratori e dirigenti di imprese private possedute dal pubblico, pensionati di platino a là Ciampi ecc.? Si raccoglierebbero molti più soldi così, e subito, che in qualsiasi altro modo.

Mettere un tetto mensile agli stipendi di questi qui sopra, che so, 4-5000 euro al mese (netti), alposto dei 10.000/30.000 attuali sarebbe un enorme risparmio. E al giorno d'oggi 5k euro netti al mese sono un reddito da nababbi.

Saluti

FB

Woman ha detto...

@Francesca:
tu pensi davvero che chi "magna-magna" graie a questo decreto paghi le tasse :)
Continueranno a pagare coloro che gia' le pagano, chi non le ha pagate finora ha un motivo in piu' per non iniziare a pagarle... e anzi, forse anche qualcuno di quelli che le paga, si rompe le scatole... e li manda a quel paese.
Quindi azione che non fa' altro che aumentare i magna-magna e l'evasione.
E fa' diventare noi (che paghiamo) ancora piu' pirla.

Francesca urbinati ha detto...

Grazie a chi mi ha risposto. :)

Comprendo la complessità della situazione, e sarebbe sciocco far finta che i furbi non ne approfittino anche stavolta.

Ma penso che piuttosto che guardare loro, sia più costruttivo darsi da fare concretamente per attivare un volano di etica, collaboratività e trasparenza.

Allora inizierebbero davvero a beneficiarne coloro che si fanno il mazzo e pagano le tasse, mentre i furbi non troverebbero più il terreno fertile che c'è ora.

Concordo cmq con l'anonimo FB: l'ideale sarebbe che chi propone un'iniziativa dia anche l'esempio in prima persona (e torniamo al discorso di *agire concretamente*).