lunedì 16 marzo 2009

Svuotare l'oceano con un cucchiaino

Chi si occupa di informatica e elettronica sa che da sempre la lotta tra il bene e il male è parte del gioco.
E non dimentichiamoci che i falsi (monete, quadri ecc) esistono da sempre.

Adesso abbiamo una (ex) avvenente (?) show girl diventata parlamentare (e lei stessa regina del fake attraverso la chirurgia estetica) che si fa portavoce della moralizzazione della rete.

Da sempre il vero grande problema dell'elettronica è la sicurezza. Una specie di gioco tra guardie e ladri infinito, e a tratti divertente (anche se chi se ne occupa non lo ammetterà mai).

Allora volere regolamentare da un singolo paese la rete fa ridere chi ha una piccola idea di come funziona.
Certo, si può regolamentarla, in via teorica, "alla cinese" connessione unica all'esterno gestita dal governo e dai suoi censori. Ma anche quello è dimostrato che alla fine non riesce a filtrare tutto.
E spero che non pensino di farci cadere nel medioevo informatico. Ci manca solo quello.

Sarebbe forse ora che i nostri politici invece di seguire ottusi personaggi leggessero cosa la rete può fare e come funziona e può e deve essere sfruttata.

Lo so che sembra facile fare una legge e poi magari colpire qualche ragazzino "per dare l'esempio", che si può avere l'illusione di avere tutto regolamentato, controllato.
Illusioni, appunto.

Chi parla è anonimo, posta su un sito americano (sarebbe blogger sottomesso alla legge italiana?).
Nel caso potrei chiedere ad un amico un account in qualche paese, triangolare le connessioni, comperare una chiavetta svizzera.
Intendiamoci, non me ne frega niente che si sappia chi sono, uno in gamba con gli strumenti giusti ci mette forse 10 minuti, probabilmente meno, ma al solito se il problema fosse davvero essere anonimo si risolve.

Ma della rete dimostrano di non avere capito nulla.
Del mondo di oggi dimostrano di non aver capito nulla.

Una volta c'erano le piazze del paese, le adunate sediziose erano vietate, ma chi si voleva incontrare lo faceva nelle cantine. Il mondo evolve, le persone si autodifendono.

E per piacere, lasciamo stare gli "orchi" che c'erano prima di internet e purtroppo, anche se facciamo finta di non pensarci, nella stragrande maggioranza dei casi un minore se li trova in casa, altro che in rete.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

ma non è quella che ogni tanto parcheggia malamente la porsche o il suv all'ultima moda e se le fanno la multa se la prende col vigile ? cosa non bisogna fare per far sì che si parli di sè....
italia , terra dei cachi ( elio e le st. rattrappite ) . piuttosto, ieri sono andato a prendere l'aperitivo con un amico ( non era il mio solito bar ) e mi son visto arrivare 2 zingari vestiti "della festa" ( o meglio "della prima comunione" ) a bordo di un ferrari 430 cabrio, onde per cui ripeto : italia, terra dei cachi . razzista io? potessi usare il napalm.....

studenteimprenditore ha detto...

Se penso a lei (Gabriella Carlucci)...e penso che sta nel palazzo e spinge i bottoni... beh...
"Non ci resta che piangere...".
Sottoscrivo il post in tutto e per tutto.

pollodimare ha detto...

Sarà un dettaglio, ma a me disturba molto vedere che la Carlucci tiene un programmaa in TV la domenica e fa anche pubblicità e sponsorizzazioni.
Fare un mestiere solo e bene, no eh !

L'imprenditore ha detto...

@pollodimare

quello tutto sommato è il meno. Il fatto che uno continui il suo lavoro non può essere un problema.
Altrimenti torniamo ai politici professionisti.

Che poi sia un lavoro che ci fa schifo, è un altro discorso. Ma deve essere valido per tutti.

@anonimo
sicuro che non era Lapo? :-) che ogni tanto sembra uno zingaro vestito della festa :-)

@studente
guarda che non è neanche dei peggiori. ci sono dei parlamentari che... mai ascoltato le sedute su radio radicale?

studenteimprenditore ha detto...

No ma immagino che se ci tengo alla mia salute è meglio che non le senta mai in vita mia...mi basta quello che trapela dai titoli dei giornali...

Anonimo ha detto...

no, non era il re delle ovvietà, alias lapo...erano proprio 2 zingarelli.
guarda, non è che io parli x invidia, anche il mio vicino di casa ce l'ha, ma lui fa l'industriale, posso capirlo.
ma che quei 2 cazzeggino tutto il giorno ( magari di notte no ) con ferrari al seguito mi dà da pensare .sono cose sotto gli occhi di tutti , ma nessuno va mai a controllare , e loro ci marciano : italia , terra dei cachi, ribadisco.