sabato 20 maggio 2006

Uni land

Uni land ha un flottante ridicolo, non si capisce cosa faccia e in compenso spende paccate di soldi per fare pubblicità per la distribuzione di azioni gratuite.

Ma la Consob, quando serve, dov'è?

4 commenti:

Zener1992 ha detto...

Uniland è una truffa.
é stata costituita mediante conferimento di una piccola società (la Cem spa - ex srl di piccole dimensioni)che grazie a due perizie si è presentata nel mercato con valori assurdamente alti: il tutto grazie anche ad una società lussemburghese che ha posto in atto cessioni di partecipazioni per milioni di euro senza pagare dazio, alzando così i valori contabili rendendoli degni da "quotata in borsa".
Tale società lussemburghese, guarda caso, appartiene sempre all'a.d. di Uniland per il 97% tale Mezzini Alberto.
Mi meraviglio che le autorità competenti non abbiano ancora mosso i loro passi.
Roby - zener

Anonimo ha detto...

Mi pare che il commento di Zener 1992 sia stato scritto senza fare le dovute ricerche , sul sito di Borsa italiana si trovano tutti i documenti che hanno consentito l'aumento di capitale.
Mi pare che al contrario di tutti gli altri immobilaristi oggi operanti , questi abbiano fatto un'operazione di aumento di capitale che assicura la massima trasparenza essendo stata redatta da un perito nominato dal tribunale di Bologna pertanto è evidente che i valori immobilari contenuti in Cem spa siano certamente quelli dichiarati.
( anzi una perizia del tribunale per sua natura è certamente " prudente" ) .
Sul fatto che il controllo avvenga tramite una società lussemburghese , non mi pare che comporti nulla di strano visto che circa il 90% delle quotate è gestito in tale modo.
In quanto a Consob , mi pare che abbia autorizzato ben due prospetti ove è raccontato per filo e per segno tutta l'attività di Cem spa.

L'imprenditore ha detto...

Di Uni Land abbiamo scritto alcunew volte sia io che Zener (che si era invece parecchi documentato come suo solito).

Resto del parere di Zener, di prospetti & co mi fido poco o nulla, visto che anche Parmalat o Cirio avevano prospetti, delibere Consob ecc ecc.

Sulle perizie, sia pure del tribunale, soprattutto di terreni se vuoi ne facciamo fare 10 e vediamo se una diventa uguale all'altra.

Che un'azienda che fattura come il fruttivendolo sotto casa mia e che è al 90% di uno, non ha flottante e si giostra come si vuole valga certe cifre, mi si perdoni, ho i miei dubbi.
Molti.

E se è così un business io fossi l'imprenditore farei il de-listing non 1 azione gratuita ogni 10 ecc.
visto che non avendo incassi per tenere in vita la quotazione spende barcate di euro.

Anonimo ha detto...

chi semina vento raccoglierà tempesta