venerdì 18 gennaio 2008

Sviluppo = disuguaglianza?

Istat, una famiglia su sette non arriva a fine mese - economia - Repubblica.it: "La diseguaglianza tra i redditi delle famiglie aumenta proprio nelle aree del Paese dove si registra una minore disponibilità di reddito"

A me questa cosa ha colpito.
Nelle aree di maggiore sviluppo del paese le disuguaglianze sono minori.
Evidentemente l'equazione che spesso si sente che lo sviluppo porta tanti poveri e pochi ricchi non è così automatico o statisticamente vero.

Forse bastava visitare qualche paese povero per accorgersene, ma occorrerebbe anche guardarsi in giro e non stare nei villaggi.

5 commenti:

Marco ha detto...

certo che se del sud si considera solo il reddito "legale" e si dimentica il sommerso possiamo buttare tutta la statistica nel cestino con un tiro da tre.

prime ha detto...

Forse non aspetteremo 280 giorni ancora ...

[m]m ha detto...

cmq l'obiettivo dovrebbe essere la lotta alla poverta' non alla disuguaglianza, secondo me.

Marco ha detto...

mm, sono d'accordo

L'imprenditore ha detto...

@ [m]m
certamente, secondo buon senso, ma è più funzionale ad una certa fascia di politici puntare sulla "lotta di classe" contro le diseguaglianze.
I risultati si sono visti, ma l'ideologia è dura a morire.