venerdì 24 ottobre 2008

Imprenditori e truffatori

In un recente commento si parlava di imprenditori che falliscono ma pieni di soldi ecc ecc

Oggi ho ricevuto questa mail, che vi passo senza commenti. Era scritta da un indirizzo aziendale che ometto.

Ho 38 anni e dopo circa 16 anni di duro lavoro, senza comprarmi ne la mercedes ne la barca ma solo un modesto appartamento in periferia oggi sono sull’ orlo del fallimento.

Solo 10 mesi fa avevo un azienda con dieci dipendenti, oggi la metà, più io e mio fratello (i coglioni che hanno investito la loro vita nell’impresa), che non aveva problemi nè con i fornitori nè con le Banche anzi faceva pure utili, prontamente reinvestiti in innovazione e tecnologia (non in mercedes scusate se mi ripeto).

Da marzo 2008 ormai facciamo il 25% di fatturato in meno poiché la crisi economica non dà tregua e i miei clienti,tutte piccole e medie imprese non investono più in comunicazione.

Alcune mattine mi mancano i soldi per le sigarette, e mi auguro che tutto finisca il prima possibile, dopo l’ennesima notte insonne ho un solo rammarico: Se ho condotto egregiamente una piccola impresa per 16 anni forse avevo le capacita pure per fare l’usciere in un ente pubblico.

Voi che ne pensate.

4 commenti:

commercialista ha detto...

sono situazioni drammatiche.
le sto vivendo oltre che professionalmente lavorando su un paio di concordati preventivi, con un caro amico che vede incrinarsi oltre che la solidità familiare quella professionale...

niente colpe, solo comprensione.

un abbraccio.
andrea

Account ha detto...

Se prendo chi viene a dirmi che grazie alla crisi ci sarà selezione naturale tra le aziende e chiuderanno quelle "meno brave" lo ammazzo.

Tantissima comprensione.

Anonimo ha detto...

Io fatico a capire.
un -25% di fatturato su 6 mesi (non 50% o più) a cui si è risposto con un -50% dipendenti, in una azienda che ha sempre fatto utili ben reinvenstiti (e quindi immagino non eccessivamente esposta), una situazione economica personale sembra altrettanto parca e prudente e si è già ai limiti dell'indigenza.
i tempi sono quelli che sono ma...

L'imprenditore ha detto...

@ anonimo
Il fatturato è un problema di trend, a volte. Se sei sotto del 25% ma non ti arriva un ordine ogni giorno che passa il delta cresce.

Per la situazione economica anche se ben gestita ad andare sotto si fa presto.
Ci sono molti che fanno gli imprenditori e vivono del loro stipendio che è la prima cosa che tagliano in caso di crisi.
E se poi hanno impegni tipo il mutuo la cosa è dura.

Io stesso tanti anni fa, in un periodo di crisi aziendale avevo ridotto lo stile di vita (allora ben diverso tra l'altro) in modo esponenziale.
Niente vacanze, ristoranti o libri,CD vestiti e simili per un anno. E facevo fatica ad arrivare a fine mese.
Quindi capisco.