giovedì 2 ottobre 2008

Funzioni statali

Leggo sui giornali che Sace ha fatto utili per centinaia di milioni.
Lungi da me, visto il mestiere che faccio, non volere che una società faccia degli utili.

Ma contemporaneamente mi chiedo se è corretto, in ottica di competitività del paese, che Sace faccia gli utili per darli come dividendi al tesoro.
Oppure, visto il mestiere che fa, quanto business avrebbe potuto aiutare a sviluppare con quei 200 milioni favorendo la copertura assicurativa di piccole e medie imprese che vogliono e possono esportare ma hanno difficoltà con i pagamenti.
Un conto è presentarsi da un cliente chiedendo lettere di credito, pagamenti garantiti ecc, un conto è dirgli "ti dò un fido e poi ti faccio 60 gg aperto" ed avere la certezza di essere garantiti da una assicurazione.

Non a caso in moltissimi paesi lo stato aiuta le PMI che esportano proprio attraverso forme agevolate di assicurazione del credito.

1 commento:

Rosario M. ha detto...

Siamo in Italia. Italia, ricordi?
:-(

(volevo postare la vomitevole esperienza con la sace dell'azienda id famiglia... ma te la lascio solo immaginare)