giovedì 17 aprile 2008

Il Padrino


Una proposta che non si può rifiutare.

Cremaschi e il boom della Lega operaia: «Marxisti di destra. E Tremonti non sbaglia» Corriere della Sera: "Gli operai hanno votato Lega, ma se Berlusconi e Confindustria non aumenteranno loro i salari, il conflitto scoppierà"

Baciamo le mani, Cremaschi.

1 commento:

Suarez (dal blog) ha detto...

Questa e' gratuita dai. Pur non amando l'uomo debbo riconoscere che Cremaschi ha espresso un concetto lapalissiano. Buona parte del nord operaio ha votato lega (ed in subordine pdl) perche' crede che meglio di altri sapranno garantire, efficenza, governabilita' riforme e miglioramento delle condizioni economiche. Se ci riusciranno bene per tutti, se falliranno la prossima volta faranno un flop elettorale pari a quello della SA.