martedì 20 marzo 2007

Lavoro che fai...

Se dovete andare in qualche paese pericoloso fatelo da giornalisti, non da operai o tecnici.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Che pessimo gusto. Mi pare che anche i tecnici dell'Eni siano stati liberati. O sbaglio?

L'imprenditore ha detto...

mai detto di avere gusto.
Io sono cresciuto nel periodo del Male, quando la satira era satira e non a senso unico.

Proprio sicuro che il trattamento sia stato uguale?
Forse sono io che leggo le notizie sbagliate.

paola ha detto...

Aggiungo che oltre a operai e tecnici è meglio anche non essere interpreti. Qualcuno ha notizie dell'interprete rapito insieme al giornalista? Qualcuno si è almeno preoccupato della sua sorte? A me non risulta.

L'imprenditore ha detto...

ma quello è afghano.
per la serie "chi se ne importa".

tanto per mostrare (io) il solito pessimo gusto ...

Anonimo ha detto...

credo anch'io che ci siano 2 pesi e 2 misure.x il giornalista si mobilitano i politici, x i tecnici dell'eni (o Agip ) nessuno o quasi (e 3 mesi di tempo).
i fatti sono questi e basta !
sergio