martedì 27 marzo 2007

Piero Pozzoli

Ricorre oggi il decennale della scomparsa di un grande maestro (per me), Piero Pozzoli.
Vedo solo adesso l'articolo sul Sole (pag 12).

Se oggi fosse al mondo avrebbe certo un blog, e sarebbe seguitissimo. Questo non può che essere una pallidissima immagine di quello che avrebbe potuto essere il suo.

La rotazione delle cariche, una delle cose migliori di Confindustria, nasce (anche) da sue lotte.

Ho avuto, per questioni di età, non moltissimi rapporti e poche occasioni di incontrarlo.

Da lui ho imparato e sentito tanti anni fa parole come etica e responsabilità sociale, da lui ho imparato la libertà di pensiero ed è colpa sua se un pezzo di me è Radicale (e mi sarei aspettato che se lo sarebbero ricordato).
Uno che ha inventato il convegno di Santa Margherita Ligure e nel 1970 circa "Piero Pozzoli ne fu uno degli ispiratori, si aprì sul tema "L'incidenza nel sociale dello Statuto dei lavoratori". Fu il messaggio dei Giovani di allora all'attenzione fuori "dai cancelli dell'impresa"

Signori, cappello, stiamo parlando di uno che chiedeva la quotazione in Borsa del Sole 24 ore quando la borsa era sconosciuta ai più.

Consiglio a tutti di leggere l'articolo sul Sole che ne delinea bene il profilo.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Vorrei lasciarti questo pensiero: non sei tu che hai sbagliato sul "Radicale", sono molti dei radicali che hanno sbagliato a schierarsi con la cosiddetta "sinistra".

Ad maiora.

LF

L'imprenditore ha detto...

L'"errore" di schieramento (se di errore si tratta) è in parte dovuto a Berlusconi, che doveva valorizzarli di più, soprattutto la parte liberista e laica come contraltare alla parte Cattolica della CDL, e in parte al fatto che per come la vedo io l'anima radicale contiene quella strana mistura di liberismo e meritocrazia unite alla solidarietà che di volta in volta sono identificabili con destra, sinistra, centro, estremismi vari.

Il mondo non è bianco o nero, destra o sinistra. E i Radicali ne rappresentano la varietà.

Anonimo ha detto...

Non ho detto che dovevano schierarsi con Berlusconi: ciò è in gran parte dovuto (ieri) a coloro che tradiscono oggi (hai parlato di poteri da contr… “altare”).

Ho detto solo che imo non mi sarei schierato a “sinistra” (ed ho messo le virgolette perché non saprei statisticamente qualificare gli uomini delle oligarchie pubbliche e al tempo stesso goldmansachsiane).

La varietà è dovuta soprattutto all'interesse economico prima che politico (...) sia a dx che a sx.

Del resto, e per fortuna, non tutti i Radicali - hanno fatto la stessa scelta.

LF

Anonimo ha detto...

Per ritornare a Piero Pozzoli, non lo conoscevo: grazie di cuore per avermelo fatto incontrare... approfondirò il suo pensiero.

Ad maiora.

LF