domenica 13 maggio 2007

Effetto assemblea condominiale

Chiunque abbia partecipato ad un'assemblea condominiale ne è quasi sempre uscito terrorizzato dalla virulenza dello scontro e dalla inadeguatezza dell'andamento rispetto agli obiettivi.

Purtroppo vale in qualsiasi associazione. Dalla bocciofila alla Confindustria troppo spesso l'obiettivo è il potere, la visibilità, il prestigio personale e non l'obiettivo comune.

Si passa più tempo, si consumano più energie a fare le battaglie personali e di cordate che a sviluppare l'associazione. Invece di considerare la diversità di opinioni e la ricchezza del dibattito una opportunità diventano elementi di disturbo, si vorrebbe il pensiero unico.
Troppo spesso i consiglieri parlano a sproposito fuori dalle sedi preposte (effetto che colpisce molto i nostri politici e ministri) per la loro fettina di visibilità. Troppo spesso i Presidenti dimenticano di esserlo pro-tempore e di essere lì a rappresentare l'associazione e non se stessi.

Troppo spesso l'obiettivo è solo quello del prestigio e potere personale, che è legittimamente uno degli obiettivi, se no non perderebbe il tempo a impegnarsi, ma dovrebbe essere secondario.

Ho sempre sostenuto che l'Italia è il paese dei Presidenti, e chi non riesce a diventare Presidente fonda l'associazione per lo studio del barbagianni e si proclama Presidente.
Una Presidenza in fondo non si nega a nessuno.

Se nelle organizzazioni metà delle risorse che sono dedicate al pettegolezzo e alle lotte interne fossero dedicate agli obiettivi dell'organizzazione questo sarebbe un paese molto migliore.

Molto andrebbe anche detto sui metodi di selezione, che sono in parte responsabili di questa situazione.
Spessissimo le persone che sarebbero più adatte sono indisponibili e alla fine vanno su i grandi ambiziosi incapaci, con i risultati detti sopra.

3 commenti:

Marco ha detto...

chiedevo (retoricamente) infatti il senso di un'inaugurazione di un qualcosa di ben lungi dall'essere completato.

oh, ma quanto son malizioso!

Pier Luca ha detto...

Troppo spesso anche le aziende che comunicano all'esterno in maniera deguara tralasciano [colpevolmente] la comunicazione interna. Non a caso ci hanno fatto un format televisivo che ha successo anche all'estero.
Un abbraccio.
Pier Luca Santoro

Anonimo ha detto...

lo sai che Ifil emette nuovi bond???

Ma Fiat non sta andando bene?

Petrchè hanno così bisogno di liquidi?

Il mio consiglio è nopn coperare azioni Fiat: i crollo sarà vicino, finita l'ara delle bugie...sta già scricchiolando e manderà tutti gambe all'aria e farà molto ma molto male all'Italia...esattamente come è successo in Argentina! Occhi apaerti e dimmi qualcosa tu...