venerdì 8 giugno 2007

Distanze

La vicenda GdF testimonia una volta in più la distanza dei politicanti dai governati.

Credo che nessuno di colore che ragionano con il buon senso (basterebbe quello) e che ha un minimo di idea di come funziona la politica, anche a livello locale, sia disponibile a credere che un politico non si occupa di "nomine", qualunque sia il suo posto, maggioranza, opposizione, antagonista.
Quello è IL loro lavoro.

Quando ti prendono con le mani nella marmellata più che abbozzare cosa puoi fare?

Invece si va ad uno scontro politico per proteggere Visco (probabilmente proprio perché è già sotto tiro anche dei suoi, vedi sotto) al calor bianco, con l'opposizione che fa il suo mestiere e getta benzina sul fuoco e difesa scomposta della maggioranza.

Con i giornali che in alcuni casi si stupiscono loro stessi mentre in alcuni casi preparano il fuoco di sbarramento alla nuova ondata di fango che sta per sommergerci con le intercettazioni del caso Unipol.

Sentita ieri (non da ragazzini, da persone con età, esperienza e cultura) "Padoa Schioppa l'ho conosciuto abbastanza bene, mi chiedo come una persona con la sua cultura e storia abbia potuto fare un discorso come quello di ieri sera"
Io un'idea ce l'ho, basta rileggersi il mio post che ho richiamato anche all'inizio.

2 commenti:

Prime ha detto...

Mi ricordo quel tuo articolo, è molto pertinente direi ...

pollodimare ha detto...

TPS non nasce dal nulla, è nato parte di una "casta" suo padre era l'Amm. Delegato delle Generali (anche se lui in una intervista parla pudicamente di un padre assicuratore), è parte da sempre di un "giro" al di sopra dei comuni mortali. Liceo a Trieste, Bocconi a Milano, master al MIT di Boston; poi Banca d'Italia, Commissione CEE, Consob, BCE. Tutti ruoli tecnici in cui ci si confronta solo con altri tecnici al riparo da sguardi indiscreti. La politica è altro e mi pare lo stia capendo da come reagisce stizzito; pensava di essere riverito ed invece.A 67 anni con una pensione di 130.000 € NETTI all'anno dalla Banca d'Italia (e non so quanti altri dalla BCE) si è incapricciato della politica e non credo mollerà tanto facilmente. D'altronde gli innamoramenti senili sono i più pericolosi !!