martedì 5 giugno 2007

Perché un'Harley?

Ho scritto questo post per il Blog di Blue Bottazzi, un mio vecchio mito quando scriveva di musica sul Mucchio Selvaggio. Nonostante i vecchietti come me a qualcuno facciano tenerezza.



Perché ti sei innamorato di quella ragazza e non di quell'altra brunetta più simpatica, o della biondina più carina, o di quell'altra....
Ecco scegliere un'Harley è come scegliere una donna. Ce ne sono altre (di moto) più affidabili, più potenti, più stabili, più quello che volete.
Ma non sono un atto di amore.

Mi sono chiesto qual'è la molla che mi fa comperare moto che costano il doppio e vanno la metà di altre.
Probabilmente il fatto che ascolto da sempre rock, che sogno di attraversare l'america, che da piccolo sognavo di avere una giacca con le frangie, che ho sempre avuto la pancia e sono grande e grosso, e tutte queste cose mal si adattano a una moto giapponese da strada adatta a viaggiare a 200 e più all'ora. Non ho il fisico, e mi fanno anche paura.
Sono sempre stato un pò ribelle, Easy Rider fa pare del mio immaginario, guido una BMW ma solo a quattro ruote.
La moto, per come la intendo io, non può essere "ragione", se così fosse avrei probabilmente una BMW con tutti gli accessori, quelle che ci sfilano in un soffio, perfette, con guidatori perfetti.
E noi lì dietro più baccano che velocità, in maglietta e giubbotto senzamaniche pieno di toppe e spille, con la faccia piena di moscerini, magari appesi ad un manubrio alto alto.

Ma su una moto che è la "nostra" moto. Nessuno di noi ha la moto uguale ad un'altro. Non so quanti cavalli faccia la mia moto, so a malapena la cilindrata, non saprò mai la velocità massima, conosco i suoi difetti, è rumorosa, pesante, ma è la "mia" moto.
Quando arrivo gli amici mi riconoscono dal rumore.

Tutti i motociclisti entrano a far parte di un gruppo, ma per noi il viaggio è già la meta, nessuno ti prende in giro se arrivi ultimo, c'è una splendida pubblicità (quella che trovate sopra) che spiega egregiamente questo strano mondo degli harleisti.

Insomma alla fin secondo me comperare un'Harley è semplicemente un atto d'amore.

6 commenti:

Get your motor runnin' ha detto...

a Nando Moriconiiiiiii!!!!!

Ricambi Originali ha detto...

un atto d'amore per te, un atto d'odio per tutti quelli che ascoltano.

L'imprenditore ha detto...

@ Get
Devo dire che "a nando" mi piace!
Ammazzateuotebaic

Head out on the highway
Looking for adventure
In whatever comes our way ;-)

@ Ricambi originali
Un Harleista pirla di notte a Milano può essere devastante. Vero.
Ma di solito quando passa la nostra allegra brigata di teneroni da pannolone di solito vedo sorrisi e gente che esce dalle case, pochi insulti (magari di qualcuno che era in casa a dormire e non esce).
Va detto che passiamo quasi sempre molto piano.

Parlando in giro con la gente c'è molto odio invece per i velocisti, in certe zone collinare quasi sono contenti quando li vedono per terra.
In effetti con la loro velocità sono percepiti come pericolo per chi li incrocia.

Luigi ha detto...

Caroimprenditore, non sono una persona alla quale piaccia fare il tifo, ma stavolta un consiglio te le do........COMPRATI UN GUZZI!!! :)

L'imprenditore ha detto...

@ luigi
Credo sarebbe l'unica alternativa accettabile.
Spero si riprenda, ha avuto tempi bui.

E come ho già detto, starebbe meglio nel gruppo Ducati che non dov'è.

Anonimo ha detto...

sono bmwuista, ho la k75s , e non è certo perfetta( dopo 15 anni sul groppone e il serbatoio che trasuda benzina), ma è la "mia" moto .
certo, anni luce da quella di mio nipote ( suzuki gsxr 1000 con kit yoshimura )......
ma l'importante è divertirsi
( e senza fare confronti impossibili )
sergio