giovedì 20 aprile 2006

Energia alternativa


Non avevo visto Quark ieri sera (ho già detto che non guardo quasi la TV) come mi dice anche l'amico LL, il post sul petrolio e sulla canna da zucchero nasceva dalla continua crescita del petrolio.

Approfitto dei commenti per raccontare 4 cose che ho imparato sul tema (in parte copio da miei appunti presi ad un incontro sul tema).

E' una vita che in Brasile spingono sull'alcol. Cosa che qui è vietata da sempre, tranne, guarda un pò, che per il gasolio "bianco" che in Lombardia per il trasporto pubblico è obbligatorio (in parte) e che mi dicono è un brevetto di una società di una famiglia mai sentita, Tronchetti qualcosa.

Tornando all'alcol, in Brasile erano esportatori di zucchero, oggi hanno ricominciato a trasformarlo in alcol. Che ha come maggiore difetto che il potere calorico è minore.

Dal 2010 diventerà obbligatorio, con target di rispormio del 2% sul totale del petrolio.
Il discorso alcol è valido in paesi come il brasile con buon rapporto superficie coltivabile/popolazione. La resa della canna da zucchero è alta, 18/20 ton per ettaro.
Tenendo conto anche che cresce facilmente e mi pare facciano 2 raccolti l'anno.
In USA viene stratto dal mais.
In Italia il discorso alcol non ha molto senso perchè le superfici coltivabili sono scarse, la canna da zucchero non l'abbiamo e il rapporto energetico è 60/70 energia consumata per ottenere 100 di energia. Si potrebbe fare con le barbabietole (ma dà scarsa resa) o il mais (ma abbiamo scarse superfici).
L'alternativa in Italia è in parte il biodiesel dalla colza ma anche qui la resa per ettaro è bassa.

Con l'obbligatorietà della sostituzione l'alcol viene detassato perchè ha un prezzo di produzione ancora più alto della benzina.
I vari paesi UE hanno varie strategie di defiscalizzazione alcol o aggravio sul petrolio.
Quando il petrolio arriva a 80/90 dollari il barile il prezzo di produzione diventa conveniente (resta il gap di potere calorico).


E comunque con il petrolio in ascesa rapida il discorso diventa di moda e se ne parlerà molto. Anche a sproposito credo.

5 commenti:

mid class ha detto...

Dal 2010 l'alcol diventerà obbligatorio anche in Italia?

Grazie delle informazioni, è un settore su cui c'è sempre la solita infomazione dozzinale, speriamo che con il tempo diventando sempre di maggiore attualità ci saranno maggiori occasioni di approfondire l'argomento.

L'imprenditore ha detto...

Così dicono i miei appunti.
Dovrebbe esserci una direttiva Europea che prevede vari step di introduzione dell'alcol.
Ma è qualcosa che ho ascoltato ad una ocnferenza.
Così come ci dovrebbero essere benefici sull'energia da biomasse.

Antonio ha detto...

Negli Stati Uniti intendono investire fortemente (il department of energy, DoE) per alzare la resa tramite lo sviluppo di opportuni mais ogm "ottimizzati" per l'estrazione del bioetanolo puntando a coprire 10-15% del fabbisogno energetico. Ovviamente anche con uno sviluppo dei metodi di processing (tramite biotecnologie, anche li'). Nel contempo arriverebbero, nei piani, a dimezzare il costo per "gallone di benzina equivalente".

L'imprenditore ha detto...

Infatti in USA usano le biotecnologie e i mitici mais transgenici non solo per un discorso alimentare, ma anche per queste cose.
Da noi i mais transgenici sono vietati.

Va detto che il discorso transgenici è una "fregatura" perchè la semina va fatta comperando i semi e non c'è più il classico "ciclo" agricolo. Non a caso il transgenico è adatto alle corporation e una fregatura per i piccoli contadini poveri del terzo mondo.

Anonimo ha detto...

il gasolio bianco è una emulsione acqua (8 min 12% max)con gasolio e ho detto tutto.