mercoledì 12 aprile 2006

Giro alla cassa

Si comincia a passare alla cassa, basta leggere Della Valle: «È saltato il tappo sull'Italia» sul Corriere della Sera
Per la serie hanno la faccia come il culo... dice "ultimamente alcuni politici ostili hanno tentato di farmi passare per comunista. E’ assurdo per uno come me, che ricopre il ruolo di imprenditore, e quindi con dei precisi valori;"
Allora lo dice anche lui che un imprenditore non può essere comunista?
E intanto tra le righe come più volte detto da molti (anche da me ma io conto nulla) tira la volata al governo delle larghe intese (con UDC) pieno di tecnici tanto desiderato dai poteri forti, in primis per fottere Berlusconi pieno di liquidità e che gli fa paura e poi per mettere a posto i solit affaracci loro.
Con la copertura dei "tecnici".

3 commenti:

David ha detto...

c'ho che mi sembra, è che alla fine tanti chiaccherano, sembra si espongano o si schierino chiaramente, ma ... alla fine sembra che tutto accomuni questi uomini di potere, che alla fine montino su un palco per intrattenerci la sera al posto del GF ... ma la torta è già bella che spartita!

pollodimare ha detto...

E pensare che Della Valle e Montezemolo sono i veri perdenti, ma non mollano mica. Io, piccolo imprenditore, mi sono dimesso da confindustria 2 anni fa non ne sopportavo più l'ambiente.

L'imprenditore ha detto...

Alla fine questa è la società dell'apparire. E come ho detto più volte spesso chi parla lo fa non per amor di popolo ma per i suoi affari (Berlusconi non è il solo col conflitto d'interessi).
Per Pollodimare.
Io ci rimango per i servizi, dipende molto dalle strutture locali.
Ma per la rappresentanza essendo io chiaramente un rompipalle mi hanno poi tagliato fuori. Altrimenti faccio domande e chiedo risposte politiche, cosa che non piace.