giovedì 28 settembre 2006

Chi sono i ricchi?

Ma davvero uno che a Milano guadagna 3000 euro al mese è da considerarsi ricco (e pertanto da stangare)?

Secondo me è appena dentro la soglia di quelli che non devono fare i salti mortali per arrivare a fine mese. E non è certo uno che può vivere alla grande.
Forse nel sud, dove la vita costa molto meno, ma avete idea degli affitti a Milano? o dei costi delle case e quindi dei mutui da fare?
E dei costi generali?

Oltretutto è lo stipendio di molti operai specializzati, non dei dirigenti. E non a caso mi si racconta che in certe zone e per certe professionalità la richiesta ricorrente è una quota in contanti (chi può si arrangia, al solito).

Mi sa che i nostri sindacalisti di governo abbiano gli occhi tappati dalla mortadella.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Uno che prende 3000 euro (si parla di netti, credo) e' ricco rispetto alla maggioranza degli statali... (questi indipendentemente da se nullafacenti, pocofacenti o moltofacenti). Sara' questo il riferimento

Anonimo ha detto...

è straricco se prende 3000 euro NETTI al mese.......sii meno fazioso..

Anonimo ha detto...

Il solito ritornello paraleghista: al Sud la vita costa molto meno, quindi chi guadagna 3000 euro al mese in Campania o in Sicilia è un nababbo, mentre a Vicenza è un povero cristo! Per caso avete dato uno sguardo ai costi delle case e dei fitti a Napoli? Avete mai fatto shopping a Caserta alla ricerca di un paio di scarpe dal prezzo abbordabile? Oppure vi informate sulle cose del Mezzogiorno solo leggendo "la Padania"?

L'imprenditore ha detto...

Com'era pagliuzza e trave?
Il ritornello dei meridionali, se uno parla di sud senza pietismo è un leghista che si informa leggendo la padania (che non ho mai avuto il piacere di leggere).

Chi fa il mio mestiere, aimè, viaggia e parla con le persone, fa ricerche di mercato e ha occasione di ficcare il naso nelle cose.
Qui un caffè al banco costa 90 centesimi quanto costa a Napoli o addirittura in provincia?
Che poi Napoli costi cara, essendo una grande città è normale.
In Lombardia, forse l'avevo già detto, gli stipendi reali di Milano sono più alti del 40/80% di quelli in alcune provincie. Per ragioni di costo.

Poi perdonatemi, ho una deviazione del punto di vista, ma per me uno che guadagna 3000 euro è ben lungi dall'essere "ricco". Classe media, quello si.
E non a caso gli statali, per gli stipendi che ricevono, spesso hanno lavori integrativi.

Anonimo ha detto...

La differenza tra te e il "Ranzani" sta nel fatto che Albertino viene pagato per fare il pirla!

Anonimo ha detto...

Indipendentemente se uno è di Napoli, e io lo sono, o di Milano... io credo che sia sbagliato il concetto che il "ricco", e anche questo proprio non lo sono, debba pagare di più le tasse di uno che non lo è. Dopotutto le tasse sono proporzionali al reddito? Questo già dovrebbe bastare perchè punire chi ci ha saputo fare nella vita? Andrebbero invece puniti severamente gli evasori, quelli grossi (quello che evadono per volontà e non per necessità) perchè sono loro che destabilizzano tuto il sistema.