martedì 26 settembre 2006

Imprenditori ricchi aziende povere

Leggo che Mr Tronchetti Provera si è lamentato di essere dipinto come il ricco che ha preso i soldi da Telecom.
Copio dal Foglio "Non c’è un signore ricco con aziende piene di debiti, sono aziende sane. Non c’è nessuna di queste aziende nel perimetro di questi gruppi che vada male. Non sono mai passati dividendi da Telecom in su"

Al di là del fatto che mi fa ridere che asserisca che nessun dividendo è passato da Telecom in su, quando per pagare i dividendi il debito è aumentato! E di dividendi Telecom ne ha date montagne (ho delle Telecom risparmio da anni per quello).
Gli avevo fatto le pulci anche sui suoi guadagni (non certo da signore povero).

Ma se è così trasparente e disponibile perché ieri non è arrivato e ha detto: con la vendita della fibra ottica ho preso 250 milioni, con i quali ho ricapitalizzato Camfin ecc ecc?
E' vero, sono fatti suoi, ma se vene a fare il piangina credo di poterle fare la fatidica domanda: dove li ha messi tutti quei soldi dottor Tronchetti?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Tronchetti è in buona compagnia da questo punto di vista!
Venerdì scorso leggo un articoletto nele pagine economiche di Repubblica dove si esprime (come sempre da qualche tempo) grandissima soddisfazione per la nuova gestione Marchionne di Fiat che consente finalmente l'assunzione di 30 nuovi operai! Sin qui tutto bene mi sembra, c'è davvero da essere contenti.
Poi più sotto nell'articolo si legge che però i sindacati invitano il governo a definire la questione dei 500 cassaintegrati di Fiat per i quali la stessa sta sacadendo.
Non mi tornano più le cose:
1. come è possibile assumere avendo in corso una cassaintegrazione? Non bisogna bloccare le assunzioni in quel caso?
2. perchè ci deve pensare il governo? Cosa centra con le casseintegrazioni di un'azianda privata?

Non essendo io imprenditore, lo chiedo a te se le imprese private in Italia funzionano così.

L'imprenditore ha detto...

Capita nelle grandi aziende di avere esuberi in un settore e necessità di assumere in altri.
Ad esempio puoi avere troppi operai in una fabbrica e necessità di assumere ingegneri al centro di ricerca.

Il governo deve pensare ai 500 cassa integrati perchè Fiat chiede da tempo un certo numero di pre-pensionamenti che sono concessi dal governo e se ricordo bene riguardavano impiegati e quadri. La contrattazione era partita già con Maroni.