giovedì 21 settembre 2006

Piedi per terra

Qualcuno avrà notato il mio post di prima con le conversioni.

Fare il mio lavoro e crescere significa, spesso, perdere la misura delle cose.
Ti trovi a trattare con le banche magari per un milione di euro, contratti da centinaia di migliaia di euro, impianti, macchinari, budget arrotondati magari ai 10.000 ecc ecc ecc, spessissimo valori elevati.

Insomma, alla fine a furia di vedere numeri in centinaia di migliaia rischi di perdere di vista il valore delle cifre piccole. Errore. Errore enorme.
Avere anche un ottimo stipendio e quindi pochi problemi a spendere contribuisce.
Allora la mia ginnastica mentale diventa trasformare gli importi in mesi di stipendio per un operaio da 1200 Euro mese, per capire il valore dei soldi.

Poi se una cosa mi piace i soldi li spendo, intendiamoci, (sono un grande sostenitore della autogratificazione) ma almeno lo faccio rendendomi conto del valore di quello che sto spendendo.

2 commenti:

L'imprenditore ha detto...

Caro imprenditore, sbaglio o oggi dai molto sul filosofico?
Cosa ti è successo?


Risposta

Nulla, credo faccia parte della famosa doppia personalità, oggi va così!

Marco ha detto...

guardare l'ora e scoprire che hai una punto al polso fa una certa impressione, eh. L'importante per la salute è che continui a farlo.