martedì 28 novembre 2006

Accerchiamento

Visco e le banche alleati. Ognuno col suo interesse.

Banche, guerra al contante punti premio a chi non lo usa - economia - Repubblica.it: "Il punto - spiega Zadra - è chiarire agli italiani che pagare con il Pos è gratuito, sia che si spendano 50 euro o cinque"

Certo, ma non è gratuito per chi incassa. Non a caso in molti distributori di benzina si guardano bene dall'accettare le carte.

Se tutte le transazioni fossero fatte con le carte di credito siamo certi che le banche risparmierebbero parte dei 10 milioni che dicono di spendere per movimentare il contante e guadagnerebbero una bella montagna di soldini in commissioni.
Si userebbero più i bonifici, più righe di operazione, meno versamenti globali di contanti. Tutta roba che movimenta le righe di conto e porta incassi.

Certo che vogliono eliminare il contante.

E non mi si raccontino palle, all'estero la maggior parte della gente paga con la carta perché sono carte di debito, quelli non hanno un'euro e dovessero pagare in contanti fanno la fame.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Chiedo scusa per l'ignoranza, ma qual'è la differenza fra carte di credito e di debito?
E il bancomat sarebbe una carta di debito?
Mic

Anonimo ha detto...

Forse quel Zadra considera "italiani" solo coloro che non hanno la partita IVA...invece gli "Ivati" sembrano sempre più carne da macello.

Anonimo ha detto...

ecco, per potremmo porare il numero di PI attaccato all'orecchio come i vitelli portano quella tesserina in plastica con la matricola sanitaria.
non male, davvero non male.

L'imprenditore ha detto...

@ anonimo
Con la carta di credito a fine mese le spese vengono addebitate sul conto.
Con le carte di debito (o revolving o altri nomi) in pratica restituisci a rate le spese se non hai i soldi sul conto.
La carta è quindi un fido che puoi usare per spendere anche se non hai soldi.
Spero di essermi spiegato e non aver detto stupidaggini.

IgTrader ha detto...

@ anonimo

Perfetto imprenditore... ovviamente per le carte di debito paghi "interessi" perché appunto è un debito. Quindi paghi di più rispetto alle carte di credito. La nascita di questo tipo di carte credo sia volta a favorita la spesa ordinaria anche quando il povero cristo non ha dindini pronti...

Mah dove andremmo a finire!!!

iceman ha detto...

Ovviamente le banche vogliono che tu utilizzi di più il loro conto, sennò come fanno a giustificare le spese forfettarie che mensilmente inseriscono!!!
Volevo però suggerirti un prossimo post:
visto che la siae si lamenta che dovrà versare più soldi allo stato, circa 20 milioni nel 2007, e il suo amministratore delegato afferma che è una società che si finanzia coi soli mezzi degli associati (http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1787492&r=PI) secondo me, il caro amministratore (e anche tutti i soci della siae) si sono dimenticati che col precedente governo è stata messa un'accisa su ogni dvd o cd vergine venduto e su tutti i masterizzatori venduti a prescindere dall'uso che ne viene fatto, dando per scontato che sicuramente il consumatore di quei supporti violerà il diritto d'autore!!! Un amministratore delegato che non conosce esattamente quali sono i proventi della sua società sarebbe da licenziare o no? Vorrei un tuo parere imprenditore, e anche degli altri visitatori ovviamente...

luigi.D ha detto...

Sapete quanto sono le commissioni che provano ad addebitare per poter accettare le AmEx? il 6%.Dico provano perche' basta poco a contrattarle, ma non si scende sotto il 3%.....facendo molte transazioni.

marco s. ha detto...

una provocazione: i mandarini-banchieri vogliono eliminare il contante?

saranno accontentati!

con la crisi del dollaro prossimo ventura, si tornerà alla circolazione di monete d'oro e d'argento!!!

ciao

marco s.