giovedì 7 dicembre 2006

Geox

ANSA.it - Economia - Geox: in futuro scarpino calcio: "Scarpini da calcio 'che respirano': c'e' anche questo nel futuro della Geox."

Mi è capitato di parlare con un amico parecchio esperto di scarpe.
Ve la racconto come mi è stata raccontata (ma non credo mi racconti storie).

Anche se Polegato ama raccontare la storia dei buchi col cacciavite (a volte nel deserto in Ariziona a volte in fiera a Parigi) i brevetti li ha comperati. Questi brevetti scadono nel 2008.

Il sistema non funziona poi benissimo, non a caso in USA hanno avuto difficoltà a promuoverla come "la scarpa che respira" in quanto la FDA non lo ha concesso.

Il sistema che non funziona fa di Geox un'azienda con bassissima fedeltà dei consumatori, parecchio (intorno al 40%) viene dalle scarpe per bambini dove compera la mamma e il bimbo non si lamenta.


E con questo onore al merito, è il 5° al mondo e 10 anni fa non esisteva.

7 commenti:

marco s. ha detto...

domanda maliziosa: non è che l'amico che ha fatto la confidenza e che si intende molto di scarpe potrebbe essere un acqirente degli scarpini da calcio coi buchi per la sua squadra?

marco s.

L'imprenditore ha detto...

No.

L'ho saltuariamente incrociato ma non conosco personalmente il marchigiano divenuto fiorentino. Che non mi è neppure simpatico, pur pensando che ha fatto grandi cose come imprenditore.

Tutti barano. Il gruppo di cui sopra (e altri) non scorpora linee di prodotto (calzature, abbigliamento, pelletteria ecc) per apparire nelle classifiche sempre in alto.

Anonimo ha detto...

un mio amico vendeva case, poi è diventato presidente del consiglio...

Anonimo ha detto...

Io le ultime Geox le ho comprate un bel po' di tempo fa... dopo due mesi erano da buttare, facevano veramente pena. Ora devo regalare gli stivali a mia moglie per Natale... ha visto un paio di Geox. Ma sei matta?

Francesco C. ha detto...

Confermo.

Non sono fedele a Geox, anzi gli ho fatto pure le corna ...e deliberatamente.

Francesco

Anonimo ha detto...

Anche a me e' stata raccontata così. Il brevetto e' stato acquistato, ma non so se e' vero che i brevetti scadono nel 2008.
La storia dei chiodi in Arizona e' tutta una trovata pubblicitaria.
Tutte le notizie poi , tipo scarpino da calcio,sono lanciate ad hoc per attirare l'attenzione sul marchio.
Leonardo

ciceruacchio ha detto...

A gennaio del 2012 ho acquistato un paio di polacchine Geox. Classiche e comode: credevo di aver fatto un buon acquisto. Le ho portate spesso ma, del tutto casualmente, mai durante una pioggia.
La sorpresa è capitata giorni fa durante un acquazzone improvviso a Roma, lontano da casa: in meno di due minuti le scarpe si sono riempite d'acqua. Come non bastasse, la suola era diventata scivolosa e sui pavimenti lisci sembrava di camminare sul ghiaccio!.
Ho contattato la Geox con una emai raccontando l'accadutol. Mi hanno risposto di rivolgermi al venditore portando ovviamente lo scontrino d'acquisto. Scontrino che, ovviamente, non ho più.
Però, altrettanto ovviamente, Geox non potrà più contare su di me per ulteriori acquisti.
Sento quindi il dovere di avvertire i lettori:
GEOX LA SCARPA CHE RESPIRA.... MA CHE FA ENTRARE L'ACQUA DALLA SUOLA!!!