sabato 21 ottobre 2006

Innovazione

Spesso si pensa all'innovazione come a mega-progetti.

Invece c'è l'innovazione spicciola quella delle piccole cose.
Ad esempio sentivo la pubblicità di un furgoncino che ha un ferma-documenti.
E mi è venuto il pensiero: perché sui furgoni, che si usano principalmente per fare le consegne, non c'è uno scomparto comodo sul cruscotto dove mettere i documenti? (magari c'è sono io che non li ho visti)

Perchè quando salgo in macchina con cellulare e chiavi in mano non c'è un posto dove metterli?

Per la battuta scontata: una volta seduti in macchina non è agevole neppure quel posto.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

L'importante è che tu non compri furgoni Ducato o Piaggio.
Sulle auto i cassetti portachiavi ci li hanno quasi tutte (la mia tra i due sedili anteriori) in ogni caso auto piccolissime hanno anche cassetti sotto i sedili! L'importante è che tu non compri Fiat: le meglio sono le giapponesi!

Pier Luca ha detto...

Per lo stesso motivo per il quale non esiste un vano in cui una donna possa riporre la borsetta.
Il mondo automotive è, tutt'oggi, assolutamente production oriented.
Un abbraccio.
Pier Luca Santoro

Anonimo ha detto...

perchè nessuno ha inventato qualcosa di più intelligente, meno voluminoso e meno dimenticabile ognidove delle chiavi?

Anonimo ha detto...

Per fortuna che nessuno ha commentato dicendo che l'innovazione si ha solo se si finanziano le università!!!
Per quanto mi riguarda, se non ci sono altri ritardi, mi laureo a dicembre (motivo per cui ho chiesto al creatore di questo blog di mandargli un curriculum) e vi posso garantire che dare soldi all'università è come buttarli nell'immondizia.
Se volete i dettagli di questa mia affermazione basta che me lo chiedete... magari ve li dico più avanti, non si sa mai che anche il mio prof venga su questo sito...
Cmq fidatevi, l'innovazione la fanno solo le imprese, soprattutto quelle medie perchè è dalle piccole cose che nascono quelle grandi... è sempre stato così nella storia, a partire da quando un uomo vide un masso rotolare e inventò la ruota!!!

Anonimo ha detto...

@Anonimo laurendo
Sottoscrivo e tralascio di raccontare di marchettoni fatti quì in azienda con le varie università per dimostare che queste ci fornivano supporto per la ricerca tecnologica (sennò no soldini dei vari fondi). Le università in questione ci hanno inviato tizi stagisti con "innovazioni" che lo erano solo di nome (una addirittura la si può tranquillamente comprare nei centri commerciali come interfaccia per videogame) o docenti che hanno tenuto corsi che ci hanno insegnato solo che l'argomento in questione lo avevano affrontato solo dal punto di vista teorico ma mai dal punto di vista sperimentale.

Saluti
Omar

Marco ha detto...

le università facciano ricerca di base, cribbio!